Il Comune di Cassine

INFORMAZIONI GENERALI

cassine-aereaCassine è situato alla sinistra del fiume Bormida, lungo l’ex strada statale N. 30, tra le città di Alessandria e Acqui Terme e, nella parte più elevata, ha un altitudine di 190 m. sul livello del mare. Ha una popolazione di circa 3.100 abitanti distribuiti fra il concentrico, le frazioni di Caranzano, Gavonata e Sant’Andrea, alcune borgate e numerosi cascinali sparsi. uva
Attività economica principale è l’agricoltura con alcuni allevamenti di bestiame bovino e suino ed una significativa produzione cerealicola.
cassine-verdeGrande rilievo assume la produzione vitivinicola con numerose DOCG: dal classico Moscato,all’esclusivo Brachetto, dal delicato Cortese, all’elegante Dolcetto, per finire con l’importante Barbera che in terra rossa e argillosa presenta profumi freschi e fruttati che sviluppano vini da bere giovani, mentre in terra bianca marnosa e calcarea, dà origine a vini potenti, strutturati e robusti, ottimi da selezione ed invecchiamento in legno.
La raccolta del miele, soprattutto di fiori di acacia presenti nei vasti boschi del territorio, costituisce attività di non secondaria importanza; inoltre sono anche presenti vivai per la coltivazione di fiori e ortaggi.cassine-panorama
Non mancano le industrie d’avanguardia nel settore metalmeccanico per la produzione di macchine utensili e rettificatrici; nel settore edile con una fornace di laterizi, con attività estrattive e di fornitura calcestruzzo, con produzione di solai prefabbricati e commercio di materiali per la costruzioni; nell’arredamento con produzione di cucine, mobili, tende da sole; nel settore logistico con alcune aziende di trasporti.

STORIA

chiesaRecenti indagini archeologiche hanno inequivocabilmente stabilito l’esistenza di insediamenti umani nella tarda età del ferro, pur non mancando alcuni elementi che rimanderebbero al periodo neolitico.

Le popolazioni preromane che risiedevano su tale area appartenevano al gruppo dei liguri Statielli.

Dopo la famosa disfatta del 173 a.C., il loro territorio – e quindi anche l’area Cassinese – venne compreso largamente nel municipio di Acquae Statiellae.

Citato espressamente in documenti del 985 e del 991, appartenne al comitato e poi all’Episcopato di Acqui, cui Enrico II ed Enrico III lo confermarono nel 1040 e nel 1052.chiesa-romanica

Nel 1164 Federico I donò il paese a Guglielmo del Monferrato, ma il possesso venne ben presto conteso dal nuovo comune di Alessandria, che trovò alleati negli stessi Cassinesi, sino alla pace del 1199.

Nel 1231 Cassine, schierato con i marchesi del Monferrato e con Genova contro Alessandria, venne da questa distrutto; nel 1237 gli fu imposto l’obbligo di un tributo annuo ad Alessandria, contro cui si trovò poi ancora a lottare nel 1293.

Nel 1404 fu occupata da Facino Cane.

Il borgo, che si era nel frattempo fortificato, nel 1451 fu assediato da Guglielmo del Monferrato, nel 1556 occupato dalle milizie di Carlo V e nel 1644 dai Francesi.

chiesa-piazzaNel 1707 fu annesso ai domini sabaudi.Il territorio di Cassine era anticamente solcato da due importanti vie di comunicazione: la via Emilia Scauria, nel tratto tra Acqui e Tortona, e la strada Acqui, Oviglio, Villa del Foro, identificabile con l’attuale strada statale n° 30. Su quest’ultima, nei pressi della località S. Anna, probabilmente in epoca altomedioevale, sorse la chiesa plebana di Santa Maria e uno dei vari “vici” che costituivano l’organizzazione degli insediamenti umani nel territorio Cassinese

L’esistenza di un centro denominato Cassine è documentabile dal X secolo.

Presumibilmente il primo nucleo (castrum) è sorto sull’attuale area occupata dalla Ciocca, chiesa di San Francesco e palazzo comunale, per la naturale conformazione del sito e per il suo carattere strategico-difensivo sulle citate vie di transito.

A conferma è documentata la presenza della chiesa parrocchiale di San Michele “de castro”, là dove venne a sorgere (secolo XIII – XIV) il complesso conventuale francescano.interno-chiesa

Attorno al castrum nasce un nuovo insediamento che, tra il IX ed il XIII secolo, acquista sempre maggiore consistenza: ciò è verificabile nel concretizzarsi di un’autonomia comunale parallela all’emergere della “civitas nova” di Alessandria. Nel 1203 Cassine viene denominata “oppidum”, termine che attesta l’esistenza di un nucleo fortificato.

Nel XIV – XV secolo sorge un nuovo nucleo fortificato al limite superiore del paese (Guglioglio) e si definiscono precise aree urbane che assumono il nome delle porte ad esse collegate. L’area di Guglioglio risulta quasi totalmente contenuta entro la cinta muraria alto medioevale; nella seconda metà del secolo XIX si vengono a formare alcune nuove costruzioni lungo l’asse di raccordo tra il concentrico e la stazione ferroviaria sorta nel 1857.

Tra il XIX e il XX secolo l’esigenza di nuovi spazi ha causato alcuni interventi distruttivi nel tessuto urbano, determinando così la nascita di piazza Cadorna e piazza San Sebastiano. Ultima in ordine di tempo la realizzazione di Piazza Italia, posta ormai oltre la cerchia fortificata. Nel dopoguerra si ha la maggior espansione edilizia attorno la statale Acqui-Alessandria.

COME ARRIVARE

come-arrivare-cassineCassine si raggiunge:

– In auto: percorrendo la Strada Statale n. 30 di Valle Bormida da Alessandria verso Acqui Terme, centro da cui dista non più di 12 Km.

– In auto: da Torino, Milano, Piacenza e Genova la via più breve è l’Autostrada con uscita al Casello di Alessandria Sud e successivo innesto sulla Strada Statale n. 30 di Valle Bormida, direzione Acqui Terme

– In treno: la stazione di Cassine si trova sulla linea ferroviaria Alessandria – Acqui Terme – San Giuseppe di Cairo – Savona.

– In Autobus: Cassine è servita dalla linea extraurbana ARFEA, Alessandria – Acqui Terme

Stato: Italia
Regione: Piemonte
Provincia: Alessandria
Coordinate: 44°45′3″N 8°31′44″E / 44.75083, 8.52889
Altitudine: 190 m s.l.m.
Superficie: 33,54 km²
Abitanti: 3.100 – Anno 2009
Densità: 90,37 ab./km²
Frazioni: Caranzano, Gavonata, Sant’Andrea
Comuni contigui: Alice Bel Colle, Castelnuovo Bormida, Gamalero, Maranzana (AT), Mombaruzzo (AT), Ricaldone, Rivalta Bormida, Sezzadio, Strevi
CAP: 15016
Pref. telefonico: 0144
Codice ISTAT: 006043
Codice catasto: C027
Nome abitanti: cassinesi
Santo patrono: San Giacomo
Giorno festivo: 25 luglio
Cittadini famosi:

SONO NATI A CASSINE:

Pietro Rava (1916 – 2006)  Calciatore della Juventus e della Nazionale – Oro olimpiadi Berlino 1936 -Campione del Mondo Francia 1938

Luigi Tenco (1938 – 1967) Cantautore italiano, o come lui amava definirsi, compositore